AD
No ad per te

“Cosa ricorderò sempre dell’emergenza? Un padre che voleva veder crescere i suoi figli” (video)

di Gabriele Cocchi – In una videointervista a Gazzetta della Spezia la dottoressa Stefania Artioli racconta il momento più toccante dell’epidemia.

Settimane intense, senza sosta, catapultati dentro un’emergenza senza precedenti tra mille difficoltà.

La dottoressa Stefania Artioli in una videointervista a Gazzetta della Spezia (allegata all'articolo) fa il punto della situazione sull’epidemia da Covid-19 nella nostra provincia e ricorda i momenti più toccanti, dal punto di vista professionale e umano, che lei e il suo personale sanitario si sono trovati ad affrontare nelle ultime settimane.

“Ovviamente i momenti di gioia condivisi con tutti i colleghi nel momento in cui salviamo delle vite sono assolutamente intuitivi – spiega la dottoressa – Un episodio che mi ha colpito molto dal punto di vista umano è accaduto proprio a inizio epidemia, quando un giovane padre mi ha detto: “Dottoressa mi raccomando, cerchi di salvarmi la vita perché vorrei veder crescere i miei figli”. Credo che queste parole mi rimarranno impresse nella mente per tutta la vita”.

Per dovere di cronaca, l’uomo fortunatamente ce l’ha fatta, è stato salvato grazie alla passione e alla professionalità di Artioli e dei suoi medici e infermieri.

“Una maxiemergenza di questo tipo non l’avevo mai affrontata – aggiunge il primario – Ho vissuto le fasi iniziali dell’epidemia della grande infezione da HIV, però era un contesto epidemiologico e sociale completamente diverso da quello attuale”.

AD
No ad per te

Video  



Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
17-05-2020 16:30
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy