In caricamento ...
Nessun consiglio per te

Etichetta pneumatici, le novità in arrivo dal 2021

È partito il conto alla rovescia per la nuova etichetta che, dal maggio prossimo, accompagnerà ogni modello di pneumatico per auto, come deciso dall’Unione Europea: ecco le principali novità e le informazioni necessarie a conoscere i dettagli della gomma.

Addio alla vecchia etichetta per pneumatici

Attualmente, chi compra gomme per auto può leggere alcune caratteristiche, riportate obbligatoriamente anche dai siti di eCommerce: si tratta di informazioni su tre parametri fondamentali per valutare le prestazioni del modello, ovvero efficienza in termini di consumo carburante, frenata su bagnato e rumorosità esterna.

Cosa cambia con il nuovo sistema

Tra meno di un anno, per la precisione dal mese di maggio 2021, ci sarà in Europa una piccola rivoluzione nel settore, con la partenza della nuova etichetta per gli pneumatici che dovrebbe semplificare le decisioni al momento dell'acquisto, fornendo una più accurata carta d'identità delle gomme.

Innanzitutto, cambia il sistema di classificazione dei parametri precedenti: anziché riportare un giudizio espresso in 7 livelli (dalla A alla G, ma è già dal 2018 che è vietata la vendita di prodotti valutati come F o G), dal prossimo anno si passerà a un sistema su 5 voti, dalla lettera A alla E per le caratteristiche della resistenza al rotolamento e della frenata su bagnato, che misura la capacità di frenata in condizioni di pioggia o di strada umida.

La novità più grande: la valutazione delle gomme invernali

Inoltre, in relazione alle sole gomme invernali, ci sarà anche uno specifico pittogramma che serve a classificare le prestazioni su neve e/o ghiaccio e a informare gli automobilisti del livello di aderenza garantito in queste condizioni climatiche critiche. I livelli di performance su neve e ghiaccio riconosciuti allo pneumatico sono giudicati in base ai valori minimi ottenuti dai test realizzati sulla base del regolamento n.117 Unece (per la neve) e la norma ISO 19447(per il ghiaccio).

Si prevede poi anche un’ulteriore modifica successiva, con l’aggiunta di dati sul chilometraggio e sull’abrasione delle gomme durante l'uso.

A maggio 2021 debutta la nuova etichetta

Dunque, dal 1 maggio 2021 la nuova etichetta energetica farà la sua comparsa su tutti i modelli di pneumatici, anche ricostruiti (ma non per quelli dei veicoli pesanti), e dovrà essere posizionata in modo ben visibile. L’obbligo all’esposizione riguarda tutti i negozi, compresi i portali di e-commerce, e i dati dovranno essere consultabili insieme alla scheda informativa del prodotto.

Come leggere l’etichetta

L’Unione Europea spinge fortemente su questa nuova carta di identità degli pneumatici per incentivare l'acquisto di gomme a basso impatto energetico e ambientale: in base agli studi, le gomme consumano circa il 20/30 per totale del carburante necessario a una vettura. Riducendo questa quota si potrebbe utilizzare meno benzina e risparmiare 2,8 miliardi all'anno, con effetti positivi sull’economia privata.

Ma, soprattutto, le conseguenze benefiche riguarderebbero soprattutto l’ambiente: pneumatici più efficienti inquinano meno, e ovviamente anche l’uso di meno carburante significa meno emissioni nocive. Inoltre, tema non certo secondario, la classificazione si dedica nello specifico alle questioni legate alla sicurezza, spingendo a valutare bene le prestazioni di aderenza sul bagnato.

In definitiva, quindi, la nuova etichetta degli pneumatici aiuterà gli automobilisti ad acquistare gomme più efficienti, meno rumorose e più sicure.

Fonte: https://www.euroimportpneumatici.com/gomme-auto.html

In caricamento ...
Nessun consiglio per te



Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
28-07-2020 01:00
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy