In caricamento ...
Nessun consiglio per te

Le Aquile conquistano la semifinale play off: Spezia - Entella 0-0 (finale)

di Massimo Guerra - Qualche occasione buona per lo Spezia nel secondo tempo, ma il risultato non si sblocca. Comunque Entella salvo e Spezia che salterà il primo turno play off.

 

SECONDO TEMPO

Due news a inizio secondo tempo in casa Spezia nel reparto offensivo: fuori Ragusa, fuori forma oltre ogni evidenza, e fuori anche Gyasi, ammomito, al loro posto rispettivamente Gudjohnsen e Di Gaudio, con Nzola che si defila a destra per lasciare in mezzo il giovane ariete islandese.

Lo Spezia inizia la ripresa con il piglio giusto, Acampora ed Erlic provano a rompere gli argini mediani degli avversari e proprio il giovane centrale si procura una punizione poi sprecata dai compagni di squadra.

Ma l'Entella non sta a guardare e al 52' Mazzitelli fa paura dalla destra con un tiro di poco alto sulla traversa.

Cambio di fronte: finta di Mora a favorire Di Gaudio, tiro in porta ma ribatte la difesa.

Si accende la partita al 10', le due squadre provano l'affondo decisivo, meglio lo Spezia nei primi 10' della ripresa.

Al 13' esce il migliore dello Spezia, ovvero Acampora, al suo posto Matteo Ricci, tre minuti dopo doppio cambio nell'Entella, escono Mazzitelli e Morra, entrano Toscano e l'ex Crimi.

Fallo di Ferrer in confusione sul nuovo entrato Crimi, graziato lo spagnolo che entra duro ma si fa perdonare mettendo fuori la palla. Italiano capisce la difficoltà del ragazzo e lo sostituisce con Vignali, sulla destra è il turno di Bastoni rilevare un ottimo Ramos.

Occasionissima Spezia al 20' con Di Gaudio che costringe a terra Contini e Gudy che sbilanciato non riesce a ribadire in rete a due passi dalla linea di porta.

Un altro ex al Picco, al 24' della ripresa tocca a Pippo De Col sostituire Poli che esce per un pestone sul piede.

Calo verticale di ritmo e di gioco al minuto 27' della ripresa, segnale che le due squadre sono in debito di ossigeno e tengono le ultime cartucce per gli ultimi minuti di gara.

Al 30' Nzola toglie ogni dubbio sulle sue qualità tecniche, ciabattando fuori in maniera oscena un assist al bacio di Bartolomei.

All'Entella basta un punto per la salvezza matematica, allo Spezia un punto può non servire a mantenere la terza posizione a 15' dalla fine delle gare in tutti i campi della B.

Intanto esce anche un opaco De Luca per Rodriguez, della serie gli attaccanti ce li abbiamo tutti noi , ora lo Spezia cerca di schiacciare gli avversari nell'ultima parte della gara, esponendosj alle ripartenze, micidiale proprio Rodriguez al 35' che calcia fuori di un soffio ma spaventa la retroguardia aquilotta.

Scontro tra Rodriguez che allarga il braccio in aria e Erlic, per l'arbitro è fallo del difensore, punizione pericolosa ma inoffensiva, ultimi 3 minuti più recupero aspettando gli esiti soprattutto da Pordenone che sta pareggiando 1-1 contro la Salernitna.

Ultimi 5' di recupero: c'è tempo per un giallo a Ricci e per un gol del Cittadella che supera in casa il Venezia al 95' e si fa sotto a 55 punti, a meno tre dalle Aquile.

Finisce 0-0 e alla fine lo Spezia conquista comunque la semifinale, o da terzo o da quarto lo deciderà l'ultima partita del girone, venerdì a Salerno, ma comunque è scongiurato il rush eliminatorio, manna per il recupero dei giocatori affaticati della rosa spezzina.

 

PRIMO TEMPO
Penultima di campionato, stasera ultima gara della regular season per le Aquile impegnate nel derby a porte chiuse contro la Virtus Entella.

Sfida vera perché i punti servono ad entrambe le squadre, ovviamente più allo Spezia per cercare di consolidare un prezioso terzo posto in chiave play, tenendo a distanza le dirette inseguitrici Pordenone e Frosinone.

Pronti via e l'Entella si riversa in attacco, primo corner dopo 2' e primo giallo dopo 3' a capitan Paolucci che stende Acampora in ripartenza.

Nuova incursione degli ospiti al 5' con il tecnico Schenetti che si accentra in slalom palla al piede ma spara altissimo.

Sfida apertissima al 18' dopo una sterile azione sulla sinistra dello Spezia è Morra a impegnare in corner Scuffet con una rovesciata sotto porta.

 Al 21' arriva il gol da Pordenone su rigore dubbio contro la Salernitana prossimo avversario delle Aquile, ma al Picco lo Spezia stenta a prendere il sopravvento contro l'ostico Entella, prova Ragusa a sgusciare sulla destra ma il falloso Mazzitelli lo stende e viene graziato dall'arbitro per la seconda volta.

Al 27' Salvataggio di capitan Terzi su incursione dalla destra del solito Schenetti che scappa a Ramos e scodella in mezzo, il capitano salva in corner.

Spezia in evidente difficoltà come testimoniano gli zero tiri verso la porta registrati nei primi 30' di gioco, e al 36' arriva il giallo per Gyasi che impatta un avversario - Dezi - davanti alla panchina ospite.

Prima scintilla aquilotta al 34', sull'asse di destra scambio Ferrer-Nzola-Mora con il tiro del filosofo ribatutto, niente di fatto neppure sulla successiva punizione causata da Dezi sullo stesso Mora.

Al 37' pericolosa punizione per l'Entella causata da Ramos in copertura su Morra.

Al 40' Coppolaro verticalizza bene per De Luca in offSide, sul ribaltamento Bartolomei scalda i guantoni di Contini che si salva in corner, sugli sviluppi innocuo colpo di testa di Mora parato senza problemi.

Ultimi minuti di tempo con qualche sprazzo di gioco in più, niente di eccezionale ma sia lo Spezia sia l'Entella si affrontano a viso aperto con meno tatticismo rispetto a inizio gara.

Finisce 0-0 il primo tempo tra Spezia e Entella dopo 2' di recupero senza sussulti. Intanto la Salernitana ha pareggiato a Pordenone ma la notizia è il parziale vantaggio del Pisa contro l'Ascoli che potrebbe spalancare la porta dei play ai toscani

 

PRE PARTITA

Meno di un’ora al derby ligure cadetto tra Spezia e Virtus Entella, penultima tappa di questo strano campionato ma ancora una gara decisiva per le sorti delle Aquile.

Incassato con amarezza il duro referto medico di Capradossi - con la lesione dei crociati ripresa in autunno inoltrato – mister Italiano chiama a raccolta i “superstiti” a cominciare da capitan Terzi, oltre al recupero di Maggiore a centrocampo che però stasera parte dalla panca.

Spezia dunque in formazione identica a quella che ha impattato allo Zini contro la Cremonese, ovviamente eccetto Capradossi che sarà sostituito da capitan Terzi. Spazio quindi al solito 4-3-3, con Scuffet tra i pali, protetto dal quartetto difensivo composto da Ferrer, Terzi, Erlic e Ramos. A centrocampo ancora Acampora in regia, supportato dalle mezzali Bartolomei e Mora. In attacco, confermato il tridente Ragusa, Nzola e Gyasi

Nel 4-3-1-2 dei chiavaresi di Boscaglia da segnalare la prevista coppia offensiva composta da Morra bomber De Luca (10 centri per lui in stagione), davanti al fantasista Schenetti che rientra dalla squalifica, mentre l’ex De Col parte dalla panchina.

LE CURIOSITA’ DI SPEZIA – VIRTUS ENTELLA

Festa in casa-Spezia: 100 presenze in B Vignali, 200 Ragusa

Doppia cifra tonda oggi in casa-Spezia: 100 in serie B, nella sola regular season, per Luca Vignali, tutte con la maglia dello Spezia. Esordio datato 1 febbraio 2016, Spezia-Salernitana 3-1. 200 presenze in B, sempre includendo la sola regular season, per Antonino Ragusa, il cui esordio risale al 7 febbraio 2009 in Rimini- Treviso 2-2; Treviso, Reggina, Ternana, Pescara, Vicenza, Cesena, Hellas Verona e Spezia le casacche indossate.

GALABINOV E “QUOTA 100”

Andrej Galabinov vede “quota 100”: l’attaccante bulgaro, con la rete al Cosenza della settimana scorsa è salito a 98 gol con club italiani, di cui 3 in serie A, 57 in Lega B, 30 in Lega Pro, 7 in coppa Italia, 1 in altri tornei post-season.

GLI SPRINT NELLE RIPRESE DELLO SPEZIA 2019/20

Spezia formazione cadetta che guadagna nelle riprese il maggior numero di punti rispetto ai risultati del 45’: +18 il saldo attivo ligure. Il dato è comprovato dal fatto che la formazione di Italiano ha segnato 37 gol su 52 totali nei secondi tempi.

DA 221’ SPEZIA A SECCO

Dopo aver segnato per molte partite consecutive, lo Spezia si è inceppato: aquile senza gol da 221’, con

ultimo centro di Mastinu al 49’ del match vinto 1-0 a Livorno lo scorso 13 luglio. Poi si contano i residui 41’ all’Ardenza e le due gare intere contro Venezia (0-1 al “Picco) e Cremonese (0-0 esterno).

200 IN B PAOLUCCI

Gara 200 in serie BKT, considerata la sola regular season, per Andrea Paolucci, che ha vestito le maglie di Pescara, Cesena, Cittadella, Ternana e Virtus Entella. Esordio il 27 settembre 2005, Pescara-Torino 0-2.

LA “FORTUNA” BIANCOCELESTE

Entella squadra cadetta 2019/20 più “fortunata” con 3 autoreti finora ricevute a proprio vantaggio in 36 turni (primato condiviso con l’Ascoli).

Entella distratta in avvio di gara

La Virtus Entella è la compagine cadetta 2019/20 che subisce il maggior numero di reti nei primi 15’ di

gioco, 11.

 

In caricamento ...
Nessun consiglio per te



Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
27-07-2020 21:35
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy