AD
No ad per te

All'Einaudi-Chiodo arriva l'indirizzo di "Pesca commerciale e produzioni ittiche"

Le decisioni del Consiglio Provinciale sull'offerta formativa delle scuole. Al Fossati-Da Passano autorizzati gli indirizzi del settore economico.

Il Consiglio Provinciale della Spezia, in relazione alla pratica relativa al piano provinciale di dimensionamento della rete scolastica e dell’offerta formativa dell'anno scolastico 2021-2022, nella seduta di oggi, venerdì 31 luglio, ha deliberato, con voto favorevole unanime, la proposta portata all’approvazione dopo la seduta della competente commissione consiliare.

Nello specifico il Consiglio Provinciale, per quanto riguarda il dimensionamento della rete scolastica del primo e secondo ciclo di istruzione, ha deciso di non disporre alcuna modifica all’attuale piano vigente.

Per quanto riguarda l’offerta formativa degli istituti di istruzione secondaria di secondo grado sono state invece approvate una serie di modifiche.

È stata quindi considerata parzialmente accoglibile la proposta dell’Istituto Tecnico Fossati-Da Passano, autorizzando l’attivazione dei soli indirizzi afferenti il settore economico, cioè AFM (Amministrazione, Finanza e Marketing) e turistico; quindi di individuare a Brugnato la sede adeguata per ospitare la nuova offerta formativa, subordinandone l’effettiva attivazione all'attestazione del reperimento di risorse finanziarie ritenute necessarie per far fronte ad eventuali esigenze di edilizia scolastica. Questo considerato che la Provincia della Spezia non è attualmente in grado di sostenere tali oneri finanziari.

È stata anche considerata accoglibile la proposta dell’Istituto Professionale Einaudi-Chiodo, autorizzando così l’attivazione dell’indirizzo di “Pesca commerciale e produzioni ittiche”, subordinandone pur tuttavia l’effettiva attivazione solo alla verifica del numero minimo di iscritti previsto dalla vigente normativa e all'attestazione del reperimento di risorse finanziarie ritenute necessarie per far fronte ad eventuali esigenze di edilizia scolastica. Anche in questo caso considerato che la Provincia della Spezia non è attualmente in grado di sostenere tali oneri finanziari.

Il Consiglio Provinciale ha poi impegnato la stessa Amministrazione Provinciale ad individuare, per l’anno scolastico 2022-2023, le misure adeguate per rilanciare l’offerta formativa presso la sede già attiva di Varese Ligure, definendo in sinergia con i sindaci interessati, le istituzioni scolastiche, l’Ufficio Scolastico Provinciale e la Regione Liguria le possibili modifiche all’attuale offerta formativa, rafforzandola e ampliandola con possibili nuovi indirizzi, quali quelli liceali e professionali, tenendo conto anche delle decisioni che saranno assunte dalla strategia locale relativa alle “Aree interne”, attualmente in corso di definizione al fine di mantenere un presidio formativo anche nell’Alta Val di Vara.

Per competenza è stato deciso di trasmettere alla Regione Liguria la richiesta di attivazione del liceo coreutico, avanzata dall’Istituto Cardarelli, vista la qualità del progetto presentato, tenuto conto della competenza specifica in materia della stessa Regione Liguria.

AD
No ad per te



Autore: Provincia della Spezia
31-07-2020 17:55
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy