In caricamento ...
Nessun consiglio per te

Italiano the Mentalist

di Massimo Guerra - Le parole di mister Italiano alla vigilia della sfida contro il Chievo.

"Più testa, meno fisico", nella fase cruciale della stagione aquilotta mister Italiano ribadisce il concetto, alla vigilia della super-sfida contro il Chievo in programma domani sera alle 21 al Bentegodi di Verona.

"Sì l'aspetto mentale è fondamentale, a questo punto devi restare lucido per mantenere la concentrazione qualsiasi cosa accada in gara. Quindi domani sera dobbiamo restare con la testa ggrappati al lavoro fatto in settimana e non perdere la bussola, sono convinto che mente, tensione e intelligenza facciano la differenza".

Con una carica di affetto e di entusiasmo dei tifosi che vi hanno idealmente abbracciato ieri a Follo, contenti i ragazzi?

"Certo, si è trattato davvero di Un bel momento, da tanto non stavamo vicini ai nostri tifosi che una volta di più ci hanno dato una carica importante per domani. Siamo contenti di tanto affetto e ora dobbiamo cercare di ripagare tanto attaccamento, dovremo mettere il massimo impegno, sarà una partita difficile perché si gioca in 180' e dovremo restare concentrati fino all'ultimo secondo di recupero. Dobbiamo voltare pagina dopo lo storico risultato del campionato, a Salerno siamo stati intelligenti nella gestione diffidati e alla fine è pure arrivata la vittoria "

Problema infortuni, le ultime dall'infermeria?

"Questa settimana abbiamo recuperato energia e abbiamo recuperato qualche ragazzo, siamo in crescita fisicamente e anche mentalmente stiamo bene. Purtroppo ancora KO Mastinu, la bella notizia è che torna in gruppo Galabinov, resta qualche dubbio su qualcuno (Acampora, Ragusa NdR) che scioglieremo domani a fine rifinitura.

Chievo con meno rosa dell'Empoli ma con più motivazione, cosa teme in particolare dei veneti?

"Da neo-retrocessa si erano dati quale target una risalita veloce in serie A, che ancora devono conquistare. Li ho visti gioire per la semifinale, battere l' Empoli non è stato facile perché è una grande squadra con un grande allenatore. Hanno giocato 120' più di noi e forse saranno un po affaticati, ma vale per tutti: aspetto mentale più importante della condizione ".

Che atteggiamento pensa avrà il Chievo che deve per forza vincere per passare il turno?

"Non so come affronterà la gara il Chievo è normale che dovranno osare qualcosa di più di Venezia e Entella...noi abbiamo il vantaggio della classifica loro molto forti in avanti mi aspetto una gara come quella del ritorno, molto equilibrata fino al loro vantaggio che poi siamo riusciti a ribaltare".

Fattore campo spesso decisivo, cosa pensa dei play off senza pubblico?

"Il Covid ha falsato tante partite, il vantaggio di giocare in casa è quasi nullo. Non c'è aiuto del pubblico e per fortuna noi lo abbiamo avuto ieri a Follo".

Spezia rivelazione del campionato?

"L' obiettivo di inizio stagione era quello di migliorarci, con lavoro e tanto impegno del gruppo abbiamo superato un avvio difficile, anche alla ripresa abbiamo raccolto punti difficili, sappiamo che ci sono squadre sulla carta più forte di noi ma è il campo a decidere e noi siamo determinati a giocarci al meglio le nostre carte"

Domani ritrova Aglietti, suo ex compagno di squadra e artefice della promozione in A del Verona.

"Molto bravo l'anno scorso con il Verona, nei play off il dettaglio può fare la differenza e farti perdere la partita perché è un Terno al lotto carico di tensione, vediamo se uno dei due riuscirà ad imporsi alla fine della stagione".

La scelta di Bastoni centrale?

"Scelta necessaria dopo tante prove in allenamento ha fisicità corsa è aggressivo e ha buon piede, a Salerno a parte il gol di Gondo ha fatto bene, nel bisogno è lui il terzo centrale in queste ultime gare".

Le condizioni di Ragusa?

"Con l'Entella ha rimediato una brutta distorsione alla caviglia, lui non molla mai non è al cento per cento ma è un'arma fondamentale anche a partita in corso".

In caricamento ...
Nessun consiglio per te



Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
07-08-2020 16:44
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy