AD
No ad per te

Pecunia: "Serve un piano strategico per un turismo sostenibile"

A Riomaggiore un incontro organizzato dalla candidata PD alle regionali per parlare del futuro del turismo, in particolare alle Cinque Terre.

 

Incontro, al castello di Riomaggiore, con Lorenza Bonaccorsi, sottosegretario ai Beni Culturali e al turismo, e Andrea Orlando per parlare di turismo sostenibile e delle prospettive di sviluppo della nostra Liguria.

Fabrizia Pecunia, candidata PD alle regionali, ha affermato: “Il turismo è una risorsa fondamentale per il nostro territorio, una grande opportunità non ancora colta del tutto. Serve a livello regionale una governance turistica forte, che riesca a mettere in sinergia gli operatori economici per creare un vero e proprio modello che possa essere un punto di riferimento anche a livello nazionale.”

“Ho chiesto alla Sottosegretario di riprendere il tavolo ministeriale per il turismo sostenibile nel Parco nazionale delle Cinque Terre, interrotto nel 2018, ed inserire le Cinque Terre nel piano strategico del turismo a livello nazionale - ha proseguito Pecunia - “E necessario, oggi più che mai, un piano strategico del turismo che miri ad incentivare la qualità, la riapertura di negozi di vicinato nei borghi storici e a valorizzare il patrimonio culturale. Allo stesso modo è necessaria una modifica dell’imposta di soggiorno, insufficiente e non coerente con le nostre realtà, che non gravi sugli operatori del territorio ma che, come accade in tantissimi luoghi di interesse turistico nazionale, permetta di erogare servizi corrispondenti al numero di ingressi stagionali ai quali siamo sottoposti.”

Il Sottosegretario Lorenza Bonaccorsi ha aggiunto: “Gli effetti economici legati alla pandemia da Covid-19 hanno danneggiato fortemente il turismo, settore fondamentale in cui sono impegnati migliaia di operatori in tutta Italia. Nel corso di questi mesi abbiamo messo in campo diversi provvedimenti per difendere le categorie più esposte. Da ultimo nel decreto Agosto è stato varato il contributo per i centri storici, aiuto da 500 mln €, per le attività commerciali delle città turistiche che hanno subito un calo delle presenze, contenuto nel “decreto agosto” dove rientra anche la città della Spezia”.

“Siamo convinti di essere di fronte ad una straordinario passaggio rappresentato dai fondi che arriveranno in Italia con il NextGenEu. Un’occasione rara anche per rilanciare le nostre unicità come il Parco delle Cinque terre e le altre realtà di interesse turistico della provincia di La Spezia quali il parco di Montemarcello-Magra-Vara” - ha proseguito - “Fondi che potranno permettere di potenziare e rendere questi territori più competitivi nel mercato turistico internazionale ma al contempo di realizzare quel piano di protezione idrogeologica, così essenziale, per preservare una bellezza fragile come la natura ligure. Servirà una forte collaborazione fra Governo centrale e Enti locali per non perdere questa possibilità che ha tutte le caratteristiche per essere il nuovo piano Marshall della nostra epoca”.

AD
No ad per te



Autore: Partito Democratico
16-09-2020 09:00
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy