AD
No ad per te

"Rivendichiamo il diritto di tornare a scuola": la protesta in piazza Matteotti

di Giacomo Cavanna - Un grido di aiuto anche nei confronti delle istituzioni dalle quali gli studenti si sentono abbandonati.

Malgrado la temperatura prossima allo zero un gruppo di studentesse ha protestato davanti al Comune di Sarzana contro il prolungato utilizzo della DAD introdotta a causa della pandemia da Covid 19.

Una iniziativa singolare in Piazza Matteotti, in pieno centro cittadino, per protestare ma allo stesso tempo seguire le lezioni. Tra lo stupore dei sarzanesi, le studentesse hanno rivendicato il diritto a tornare a scuola, tra i banchi che hanno abbandonato dallo scorso anno.

Tra i problemi evidenziati la prolungata mancanza di interazione umana ed il fatto che il carico di lavoro è notevolmente aumentato poiché non esiste più la "separazione" tra casa e scuola.

La scuola ha infatti un ruolo non solo nozionistico ma anche sociale in quanto fa crescere la persona nella sua interezza. Le infrastrutture digitali del Paese non supportano inoltre questo sforzo con connessioni sia fisse che mobili non sempre veloci e disponibili che portano a diverse assenze da giustificare.

Margherita Luca, ideatrice della manifestazione, ha affermato che "protestiamo ma in presenza. Noi del Classico-Teatrale non possiamo più incontrarci per i laboratori, se non a distanza, non potendo quindi interagire tra di noi per apprendere le nozioni fondamentali per l'indirizzo scelto".

Un grido di aiuto anche nei confronti delle istituzioni dalle quali gli studenti si sentono abbandonati. Non è più possibile infatti tralasciare l'importanza delle nuove generazioni per un Paese che ha bisogno di rinnovarsi per affrontare le sfide del futuro.

AD
No ad per te



Autore: Redazione Gazzetta della Spezia
12-01-2021 16:44
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy