AD
No ad per te

Aggressione nel carcere della Spezia, Pucciarelli: "Il governo tuteli gli agenti"

La senatrice chiede assunzioni nella Polizia Penitenziaria, ma anche che i detenuti psichiatrici scontino le pene nelle Rems.

“Esprimo la mia massima solidarietà all’agente di Polizia Penitenziaria aggredito brutalmente nel carcere della Spezia da un detenuto psichiatrico di origine marocchina. Episodi come questo sono la conseguenza dei mancati investimenti del governo per le infrastrutture carcerarie e le assunzioni di nuovi agenti. Servono tutele e aiuti concreti per le donne e gli uomini in divisa che ogni giorno fanno il loro dovere rischiando l’incolumità, per questo presenterò un’interrogazione al ministro della Giustizia Bonafede”, lo annuncia la senatrice della Lega Stefania Pucciarelli.

L'esponente della Lega aggiunge: “Un detenuto con problemi psichiatrici ha sbattuto la porta blindata di una cella contro un agente intervenuto per sedare una colluttazione, causandogli una frattura al braccio. Non è il primo episodio di questo genere ed è la dimostrazione che il carcere della Spezia non è adatto alle gestione dei detenuti psichiatrici, che dovrebbero essere curati nelle Rems, le Residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza. Oltre al cronico problema del sovraffollamento, infatti, nel carcere spezzino si aggiunge anche quello della presenza di detenuti che soffrono di patologie psichiatriche. Serve un intervento urgente da parte del governo per mettere fine definitivamente a questi gravi episodi. In gioco c’è l’incolumità di tante donne e uomini in divisa”.

AD
No ad per te



Autore: Lega per Salvini Premier
13-01-2021 19:37
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE

Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy