AD
No ad per te

Affidamento "in house providing" ad Atc esercizio del servizio di TPL: l'incontro tra sindaci e Provincia

 Oggi la Provincia della Spezia ha incontrato i sindaci spezzini. La delibera andrà ad approvazione nella prossima seduta di consiglio provinciale, il giorno 31 marzo

Si è tenuto questo pomeriggio il previsto incontro con i Sindaci spezzini, promosso dall’Amministrazione Provinciale, relativo alla procedura dell'affidamento “in house providing” ad Atc Esercizio del servizio di Tpl (trasporto pubblico locale) alla Spezia. La delibera sarà portata ad approvazione nella prossima seduta di Consiglio Provinciale, prevista per il giorno 31 marzo.

L’incontro di oggi conferma l’obiettivo strategico dell’Amministrazione Provinciale di arrivare alla conclusione dell’Iter nei tempi indicati, così da poter ratificare la sottoscrizione del contratto “in house” rispettando anche gli impegni con le organizzazioni sindacali.

“Questo affidamento garantirà dieci anni di risorse stabili per il trasporto pubblico locale _ ha spiegato il Presidente Pierluigi Peracchini _ si tratta di aver creato un fondamento solido per il futuro del servizio a favore di tutti i nostri concittadini. La provincia spezzina è stata la prima in Liguria ad avere l’Agenzia per la mobilità locale già attiva, funzionante e operante dal novembre scorso.

Oggi arriviamo alla conclusione dell’iter nei tempi che avevamo indicato, il tutto facendo attenzione alle garanzie per i dipendenti del servizio. Infatti, anche se l’attuale contratto è regolarmente efficace fino al prossimo luglio, quindi non vi era alcun rischio di interruzione del servizio stesso, noi avevamo indicato marzo come chiusura della procedura ed abbiamo rispettato l’impegno.

Oggi abbiamo un Programma di Esercizio che vanta ben oltre 8 milioni e mezzo di km di corse annuali, circa 17 milioni di euro destinanti dai bilanci della Provincia e dei Comuni per i prossimi dieci anni a favore dei servizi di trasporto pubblico, l’Agenzia per la mobilità locale operativa e siamo in grado di conseguire un legittimo vantaggio fiscale liberando risorse da destinare a questo servizio.

Il Contratto di servizio “in house” è decennale e cuba complessivamente un controvalore di ben oltre 160 milioni di euro: dovrebbe essere facilmente intuibile per qualunque amministratore pubblico la delicatezza e la complessità di un affidamento di tale entità e, allo stesso modo, dovrebbe essere apprezzato lo scrupolo con cui Provincia e Azienda ha lavorato per un appalto tra i più consistenti di tutto il territorio.

Siamo alla chiusura di un percorso di razionalizzazione del trasporto locale e lo abbiamo fatto individuando le strategie di gestione in un perimetro “a lungo periodo”, questo sulla base delle esperienze raccolte negli ultimi anni nella realtà spezzina in chiave di strumento di servizio e di sviluppo.

Con la gestione del contratto da parte della nuova Agenzia si potranno quindi conseguire importanti economie. Ciò permetterà di impiegare più risorse a garanzia degli investimenti, come quelli sui nuovi mezzi.

Migliorare le potenzialità del nostro trasporto pubblico, essenziale per i nostri cittadini e per lo sviluppo del territorio, vuol dire anche garantire opportunità per settori come il turismo e servizi garantiti per gli utenti in un momento delicato come quello in corso”.

AD
No ad per te

 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy