AD
No ad per te

Enel, Legambiente: "Indispensabile un tavolo nazionale di confronto tra tutte le parti"

"Legambiente continuerà la sua battaglia contro la prosecuzione del gruppo a carbone e contro il nuovo impianto a gas."

Legambiente La Spezia, alla luce della nota della commissione Valutazione di Impatto Ambientale, a cui è seguito l’atto formale della Direzione del Ministero dell'Ambiente in cui si chiedono ad Enel integrazioni e chiarimenti in merito allo Studio di Impatto Ambientale connesso alla richiesta di realizzare nella nostra città un impianto a turbogas di 800 Mgw, ribadisce quanto segue:

Ne discende che sia indispensabile, come Legambiente ha sempre chiesto, un tavolo nazionale di confronto tra tutte le parti per definire modalità e tecnologie atte a consentire la transizione energetica, questo ancora più urgente visto che la commissione VIA sta facendo analoghi rilievi per altre proposte di nuove centrali a gas, oltre che per quella direzione ( si veda a proposito la centrale di Fusina).

Occorre poi un tavolo di confronto locale per individuare le possibilità di riuso dei 70 ettari dove insiste la centrale termoelettrica della Spezia. Né il governo, né la regione e né il Comune della Spezia si sono mai prodigati per fare si che questo avvenisse.

Ci riserviamo, nei prossimi giorni, di inviare a Regione, Provincia e Comune un nostro documento di analisi delle richieste del Ministero, con l’individuazione di scenari alternativi al gas, percorso che la Regione ha la potestà di fare, visto il suo potere di intesa con il governo sulla questione Enel della Spezia-nuova centrale, e che finora non ha fatto. Legambiente continuerà la sua battaglia contro la prosecuzione del gruppo a carbone e contro il nuovo impianto a gas.

AD
No ad per te

Autore: Legambiente 12-04-2021 18:43
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy