AD
No ad per te

Riomaggiore: la Pasqua “rivissuta” dai bambini

I piccoli protagonisti hanno interpretato "quadri" viventi in cammino ungo le strade del borgo riproponendo le tappe del cammino di Gesù.

In occasione della recente Pasqua, le insegnanti di Religione della scuola primaria di Riomaggiore, nelle Cinque Terre, hanno organizzato e dato vita, nel cuore del borgo, ad una rappresentazione religiosa che ha avuto come protagonisti le bambine e i bambini dell’istituto.

L’evento, intitolato “La nostra Pasqua in paese”, ha ripreso da un lato, anche sotto il profilo storico, l’antica tradizione delle sacre rappresentazioni medievali, nate proprio in occasione della Pasqua, e dall’altro, guardando al futuro, ha inteso trasmettere un meraviglioso, e quanto mai necessario messaggio di speranza.

I piccoli protagonisti della rappresentazione hanno a loro volta fatto toccare agli abitanti di Riomaggiore il valore autentico di un sentimento cristiano di pace e di amore. Interpretando “quadri” viventi, in cammino lungo le strade del borgo, i ragazzi hanno così riproposto, con partecipazione e con emozione, le tappe del cammino di Gesù dall’entrata in Gerusalemme fino alla Resurrezione, valorizzando il significato della solennità pasquale.

Tutto è avvenuto, d’intesa con le autorità scolastiche, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid. Alcuni alunni hanno condiviso per noi le loro sensazioni più immediate. Ecco alcuni dei loro commenti: ”Mi è piaciuto tanto, tutto il paese ha partecipato”; “E’ stata un’esperienza molto bella”; “A me ha lasciato l’emozione di fare una cosa tutti insieme e di non essere più svogliato”; ”La scena di Pietro mi ha fatto provare un forte sentimento”; ”Ho provato sensazioni diverse: felicità quando Gesù è risuscitato, tristezza quando è morto, stupore nella scena di Tommaso che all’inizio era incredulo e che poi ha creduto, vedendo il Signore”; ”L’invito di Gesù a Maria a non piangere è stato per me il momento più toccante”; ”Interpretare Pietro mi ha fatto sentire al centro dell’attenzione e ho sentito davvero una grande responsabilità”; ”È stata un’impresa straordinaria, emozionante, anche perché realizzata tutti insieme”.

Hanno collaborato i docenti Sandra Formisano Simona Bertonati, Mariagrazia Santafemia, Gianni Donati, Laura De Vincenzi, Margherita Pagano, Letizia Bordoni. Inoltre, Elisabetta Sivori, Elena Castellani e Paola Taibi, insegnanti di sostegno, e la collaboratrice scolastica Fabiola Marinari. “Una bella squadra - ha commentato la promotrice Formisano -, abbiamo lavorato bene. Tutti hanno accolto la proposta di un recital religioso con entusiasmo e con collaborazione”.

AD
No ad per te

 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy