AD
No ad per te

Minorenni consumavano alcolici seduti al tavolo: sanzionato un pubblico esercizio

Si tratta di due ragazze: una di 16 e una di 13 anni. Nei guai il titolare di un locale. 

In queste giornate, caratterizzate da un clima di eccitazione generale per la prospettiva del prossimo ritorno alla normalità, sono proseguiti, da parte della Sezione di Polizia Amministrativa e Commerciale della Polizia Locale della Spezia, il presidio ed il controllo nelle vie della “movida” nei confronti dei numerosi pubblici esercizi presenti.

Ma questa volta non si è trattato della violazione alle norme anti pandemia: martedì scorso gli agenti della Polizia Locale hanno intravisto, tra i clienti seduti a consumare l’aperitivo in un noto pubblico esercizio di Piazza del Bastione, due ragazze che ben difficilmente potevano essere considerate maggiorenni.

Immediatamente le due hanno confermato la loro età; una di sedici anni appena compiuti, l’altra, ancora più giovane, di tredici anni e otto mesi. Si erano sedute al tavolo e avevano ordinato due spritz ma nessuno del personale del locale aveva loro chiesto l’età o un documento, come invece è d’obbligo non appena sorga qualche dubbio sulla maggiore età del cliente.

Guai in vista quindi per il responsabile ed il cameriere del pubblico esercizio: la violazione della norma che vieta la vendita e la somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione a minorenni è punita con una sanzione amministrativa da 250 a 1.000 euro, quando l’età è compresa tra 16 e 18 anni, ma la sanzione diventa penale, con un’ammenda da 516 a 2582 euro o lavori di pubblica utilità da 20 giorni a 3 mesi, quando l’età scende sotto i sedici anni.

Pertanto, oltre all’informativa di reato che è stata depositata in Procura, d’ora in avanti il responsabile del locale dovrà essere molto attento e scrupoloso, ben più di quanto non sia stato in quest’occasione; infatti, se il fatto dovesse ripetersi, oltre ad una nuova sanzione, scatterebbe la chiusura del locale fino a 3 mesi.

AD
No ad per te

 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy