AD
No ad per te

Turbogas, Raffaelli (PD): "La Regione neghi l'intesa"

Il Consigliere comunale spezzino del PD sottolinea come il Ministero smentisca il centrodestra locale e ribadisca l'importanza del parere della Regione.

"L’Onorevole - nonché Assessore Comunale - di Cambiamo, Manuela Gagliardi ha detto che non c’è stata nessuna risposta chiara e definitiva, da parte del Ministero della Transizione Ecologica, alla sua interrogazione, per conoscere i tempi della chiusura della centrale a carbone della Spezia", così il consigliere del PD Marco Raffaelli.

"Veramente la risposta è chiarissima, soprattutto in alcune parti, come si può leggere dalle dichiarazioni della Sottosegretaria leghista Gavia, prese direttamente sul sito della Camera dei Deputati".

 

"È che è molto difficile ora per il centrodestra, per Cambiamo, e per Toti, verso cui l’Onorevole, il Sindaco Peracchini e molti della Maggioranza in Comune, tengono rapporti di sudditanza a scapito degli interessi del loro territorio,  pubblicare ed ammettere quello che è stato confermato".

"In un passaggio della risposta rivela infatti il Governo che: “Sono state adottate dal Ministero della Transizione ecologica decisioni di Via favorevoli, per alcuni nuovi impianti di generazione a gas nella zona Nord, che consentiranno di giungere in tempi brevi alla loro autorizzazione da parte dello stesso ministero, previa intesa della Regione interessata, e quindi all’avvio dei lavori di costruzione".

"Attenzione: previa intesa della Regione interessata. È caduto definitivamente il velo e le bugie di Peracchini, Gagliardi, Giampedrone e Toti e compagnia bella, in merito ai poteri che la Regione ha sulla partita della realizzazione della nuova centrale a turbogas, che Enel ha presentato al Ministero".

"Noi lo abbiamo sempre saputo, e denunciato. Cercando di impegnare in questi anni l’Amministrazione a chiedere alla Regione di negare l’intesa per ostacolare l’approvazione dell’iter. Hanno sempre fatto spallucce, dicendo, e finalmente oggi si può dire: mentendo, che quel tipo di parere non aveva alcun vincolo, ed arrivava a posteriori delle autorizzazioni. Non è così. Lo chiarisce una volta per tutte la Sottosegretaria, peraltro leghista".

"Questa settimana abbiamo presentato come Partito Democratico un progetto di centrale elettrica alternativo al turbogas, per una produzione completamente a fonti rinnovabili. Un lavoro importante, che fino ad oggi è mancato, anche per un certo immobilismo di chi governa. Da qui si può ripartire per ridiscutere tutto, dando così alla città un futuro diverso e garantendo la salute degli spezzini".

"Ma, prima di tutto, Regione Liguria neghi l’intesa verso il progetto del turbogas! Ora basta! Peracchini e Toti smettano di giocare con la fiducia e l’onestà dei cittadini".



AD
No ad per te

Autore: Partito Democratico 15-05-2021 19:05
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy