AD
No ad per te

La Spezia, operaio sviene in una fossa al cimitero. Sindacati: "I controlli previsti sono stati rispettati?"

Molti i dubbi dei sindacati sulla questione e sui comportamenti dell'azienda Ma.Cro. Service.

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato dei sindacati Fisascat e Felsa Cisl La Spezia:

"Mercoledi mattina 16 giugno un operaio di Ma.cro. service (azienda che gestisce i servizi cimiteriali) a seguito di un malore e' svenuto, in una fossa, mentre svolgeva un'esumazione al cimitero Boschetti della Spezia. Sul posto e' intervenuta, prontamente, un' ambulanza per prestare i primi soccorsi a seguito dei quali l'operaio ha manifestato la volonta' di non recarsi al pronto soccorso. Dall'ordine di servizio risulta che all'esumazione partecipavano 2 unita' e noi non sappiamo se sono stati rispettati i protocolli previsti. Ci risulta pero' che, immediatamente, e' stata avviata un'indagine interna da parte degli organi di controllo del committente e cio' ci tranquillizza, conoscendo professionalita', serieta' e senso di responsabilita' di coloro che operano in quel servizio.

Molto meno ci tranquillizza, anzi ci preoccupa notevomente il comportamento che continua a tenere ma.cro. service e che da diversi mesi abbiamo portato all'attenzione anche del nuovo assessore e dell'intero consiglio comunale. Va ricordato infatti che l'azienda , dal 1 ottobre 2020 fornisce il servizio con 3 unita' in meno rispetto a quanto previsto dal capitolato e addiritura 4 in meno dal 1 gennaio 2021. Su un organico totale di 20 unita'. Soltanto nel mese di aprile ha assunto una unita' (peraltro persona di 70 anni, rendiamoci conto, per svolgere mansioni estremamente faticose come quelle di "seppellitore").

E' ovvio che l'organico presente e' sottoposto a turni massacranti , per compensare le unita' mancanti. Riteniamo che tutto cio' debba finire. Come deve cessare il mancato rispetto della clausola sociale (che altro non e' che il vincolo che a tutto il personale vengano garantite le proprie ore contrattuali) come espressamente richiamato dal capitolato.

Auspichiamo che il confronto tra le parti , che avverra' a breve ed in presenza anche del committente, sia definitivo per trovare una soluzione ad una vertenza che dura ormai da troppo tempo, anche per evitare che possano ripetersi eventi come questo da noi segnalato che, pare, essersi concluso, fortunatamente, soltanto con un tremendo spavento".

Filcams Cgil Daniele Viviani
Fisascat Cisl Clarke Ruggeri e Enrico Raffellini

AD
No ad per te

 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy