AD
No ad per te

Provincia, nuovo protocollo per mezzi pesanti nelle zone temporaneamente a traffico limitato

In accordo con le associazioni di categoria degli autotrasportatori è stato attivato un apposito canale telematico dove far pervenire le richieste di deroga.

La sicurezza delle strade spezzine resta una priorità inderogabile per la Provincia della Spezia, ma nel contempo anche la fruibilità delle stesse, cercando di mitigare i disagi oggettivamente derivati dalla presenza dei cantieri o di ordinanze di limitazione al traffico, è un obiettivo primario per l’Ente.

A garantire la presenza operativa sulla rete stradale della provincia della Spezia, oltre 550 chilometri di strade, vi sono gli uomini della Polizia Provinciale che tra i loro compiti hanno anche quello della gestione della viabilità.

Un esempio del programma di controllo e gestione del traffico, sviluppato nell’ottica di garantire la maggiore fruibilità delle strade, specialmente per chi è obbligato a percorsi vincolati per necessità lavorative e professionali, arriva dal protocollo seguito in Val di Vara dove vi sono temporanee condizioni straordinarie che hanno richiesto limitazioni al traffico.

A distanza di circa tre mesi dall’emissione dell’ordinanza viabilistica provinciale che ha limitato il transito dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle 26 tonnellate sui ponti posti sul Fiume Vara, presso Piana Battolla nel territorio del Comune di Follo, e sul Torrente Usurana, nel territorio del Comune di Calice al Cornoviglio, lungo le strade provinciali della Val di Vara è stata garantita una presenza di presidio ed un’attività straordinaria della Polizia Provinciale, questo sia per vigilare sul rispetto del divieto, sia per garantire delle azioni di supporto alle necessità dei cittadini, in modo particolare per alleviare i disagi delle imprese che operano stabilmente nel territorio servito da quelle arterie stradali.

In attesa che possano essere intrapresi gli importanti lavori di messa in sicurezza dei predetti ponti che richiederanno un ingentissimo investimento economico da parte della Provincia, per agevolare l’attività delle imprese che hanno sede nella Bassa Val di Vara o che si trovano usualmente a percorrere con i propri mezzi pesanti quelle strade o, ancora, che devono essere raggiunte dai mezzi dei loro fornitori abituali, la Polizia Provinciale ha disposto delle specifiche deroghe al transito, sempre nel rispetto dei margini di sicurezza indicati dal settore tecnico dell’Ente.

In accordo con le associazioni di categoria degli autotrasportatori è stato infatti predisposto un apposito canale telematico dove far pervenire le richieste di deroga. Una volta ottenuta l’autorizzazione al transito nelle aree sottoposte a limitazione vengono monitorati i report dei passaggi effettuati, che sono ovviamente consentiti solo ai veicoli che rientrano nei vincoli massimi sul previsto limite di massa.

In questo primissimo periodo di supporto sono state oltre 15 le imprese che hanno richiesto ed ottenuto la deroga per numero di mezzi pesanti superiore. Nel contempo la Polizia Provinciale ha espletato periodici controlli su strada al fine di evitare il transito di mezzi di eccessivo peso sulle strutture critiche o il transito di mezzi non autorizzati. Nell’ambito di detta attività di vigilanza preventiva è così stato necessario elevare alcune sanzioni per il mancato rispetto del divieto.

“In queste settimane prosegue l’impegno della Provincia nella manutenzione ordinaria e straordinaria delle nostre strade, particolare attenzione poi viene dedicata alle zone maggiormente frequentate dai flussi turistici.

Vi sono opere che devono essere portate a compimento sfruttando pienamente le condizioni meteo favorevoli ed altre che richiedono comunque interventi di urgenza non derogabili, in particolar modo quando si tratta di sicurezza. Il programma della riqualificazione delle infrastrutture, i ponti in particolare, della rete stradale spezzina è in corso, ovviamente nei casi in cui servano temporanee misure di limitazione della fruibilità viaria dobbiamo sempre intervenire. - spiega il Presidente Pierluigi Peracchini - L’obiettivo è sempre quello di garantire sicurezza, ma nel contempo anche limitare i disagi dei cittadini e delle aziende, specialmente nelle aree in cui i percorsi sono vincolati a poche strade.

Proprio per questo il fine settimana i principali cantieri sono smontati ed i semafori tolti, proprio per questo siamo presenti con il personale ed i servizi di supporto della nostra Polizia Provinciale nelle aree più esposte. Lo facciamo venendo incontro alle esigenze delle comunità e delle aziende, cercando di trovare soluzioni per chi lavora ed ha necessità di muoversi lungo le strade spezzine. La presenza del personale della Polizia Provinciale è costante e garantisce di comprendere, e risolvere, direttamente molte delle problematiche di questo settore”.

L’attività di controllo e verifica, così come di supporto alle aziende che necessitano di circolare nelle aree a viabilità limitata, proseguirà sino alla chiusura degli interventi di manutenzione straordinaria.

La Polizia Provinciale fa anche appello a chi deve usufruire con mezzi pesanti, in particolare ai trasportatori professionali che conducono i “ mezzi d’opera“, ossia veicoli specificatamente classificati che per la loro strutturazione sono autorizzati ad eccedere l’ordinaria portata, o che sono dediti usualmente al trasporto di inerti e autobetoniere, al rispetto del divieto poiché, per questi specifici veicoli, le sanzioni previste dal Codice della Strada, in caso di violazione, sono particolarmente pesanti.

Proprio per questo gli uffici della stessa Polizia Provinciale sono a piena disposizione delle aziende o degli autotrasportatori per individuare soluzioni tecniche per sgravare gli utenti, il più possibile, dagli oggettivi disagi.

AD
No ad per te

 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy