AD
No ad per te

"Le crociere sono ripartite, ma i protocolli delle compagnie bloccano l'indotto"

Gli imprenditori del settore hanno affrontato la questione nel corso di un incontro in Confartigianato con il Sottosegretario Andrea Costa.  

 

Una delegazione di imprenditori che lavoravano nell'indotto delle crociere ha incontrato nella sede di Confartigianato, il Sottosegretario alla Sanità, Andrea Costa, presenti Giuseppe Menchelli, direttore Confartigianato, Nicola Carozza, Responsabile categorie Confartigianato, Daniele Da Costa, Presidente Confartigianato Taxi e il collega Luca Marelli, Ivano Cappelli, Presidente regionale Ncc Confartigianato, Simone D’Imporzano, Presidente del Consorzio Radio Taxi, Ombretta Ricci, Tantitours bus turistici, Nicole Grossi, Il trenino del Golfo.

Nonostante la ripartenza delle crociere sono rimasti a bocca asciutta taxi, ncc, trenino turistico, bus operator, vespe elettriche, agenzie di viaggio, natanti, servizi di escursioni, pubblici esercizi, commercio locale, ecc. I protocolli adottati dalle compagnie da crociera, infatti, non permettono ai turisti di scendere liberamente per visitare la città e acquistare beni e servizi. La Confartigianato spezzina ha voluto sottoporre il tema al Sottosegretario Andrea Costa per approfondire la questione.

"Così non può andare avanti - spiegano le categorie in Confartigianato - abbiamo evidenziato già il problema all’AdSP e al Terminal. I protocolli concordati dalle compagnie per le crociere devono essere rivisti per dare maggiore libertà ai crocieristi perché ad oggi l’arrivo di queste navi non ha portano benefici all'economia cittadina”.

Gli imprenditori hanno spiegato al Sottosegretario le loro ragioni, "Abbiamo seguito le indicazioni, siamo vaccinati, dotati di green pass e le attività seguono i protocolli previsti: pulizia, sanificazioni, divisori in pvc, gel, mascherine, distanziamento, ecc. ma le compagnie non ci fanno più lavorare direttamente”.

Va aggiunto che per certe categorie i crocieristi garantivano la ‘domanda’ prevalente e di fatto la sopravvivenza. Il sospetto di molti imprenditori del territorio è che con questa canalizzazione forzata delle escursioni le compagnie cerchino di aumentare la redditività complessiva per tamponare le perdite.

Il Sottosegretario alla Sanità Andrea Costa ha ascoltato gli imprenditori e promesso di approfondire la questione. "Il settore crocieristico è un importantissimo volano per il nostro territorio - ha dichiarato il Sottosegretario Costa - concordo con gli operatori che oggi vada aperta una nuova fase anche alla luce del lavoro svolto dal Governo con la campagna vaccinale e i green pass che allenti certe misure restrittive e permetta ai servizi ‘privati’ destinati alle crociere consorzi, reti, desk specifici e al commercio cittadino di riprendere al più presto. L'estensione del green pass deve permettere anche alle Compagnie di navigazione un aumento della capienza dei passeggeri. Attualmente i dati sono buoni, sono fiducioso che si possa allargare ulteriormente nel giro delle prossime settimane".

AD
No ad per te

Autore: Confartigianato 15-09-2021 10:10
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy