AD
No ad per te

Franco Bravo è stato confermato segretario generale del SUNIA della Spezia

Al Nh Hotel della Spezia, si è tenuto l’undicesimo congresso del sindacato degli inquilini

Il congresso è stato preceduto da otto assemblee, alle quali hanno partecipato 370 iscritti, pari al 15,72% degli aventi diritto e sono stati eletti 47 delegati in rappresentanza dei 2353 iscritti.

Sia nel corso delle assemblee, sia durante il congresso, gli argomenti maggiormente trattati sono stati la casa, la cura del territorio e le politiche di sviluppo del territorio, condividendo gli obiettivi contenuti nel documento congressuale nazionale della Cgil “Il lavoro è”.

Dopo la relazione dell’Avv. Ettore Furia, si è aperto il dibattito, nel corso del quale sono intervenuti oltre al sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini,il Sindaco di Arcola Emiliana Orlandi, l’On Manuela Gagliardi,l’On Raffaella Paita,la segretaria generale della Camera del Lavoro della Spezia Lara Ghiglione,Cristiano Ruggia,Franco Vesigna,Luigi Pellegrino. Quindi il direttivo ha eletto Bravo segretario generale Provinciale,Ruggia Cristiano vicesegretario e Antonella Portonato quali componenenti della segreteria Provinciale.A far parte del direttivo sono stati inoltre eletti Cappuzzi Umberto,D’imporzano Chiara, Durizotti Elisa, Furia Ettore,Guazzetti Alessandra,Maranca Omero,Pellegrino Luigi.
Nel corso del suo intervento conclusivo Bravo partendo dall’esperienza tragica del ponte Morandi di Genova ha sottolineato che “non possiamo accorgerci che scuole,case, ponti siano stati costruiti senza alcuna misura antisismica solo dopo che la terra ha tremato,non possiamo accorgerci come è accaduto a Borghetto nel 2011 ove morirono due inquilini che gli alvei dei torrenti così come i ponti e le case vanno manutenuti dopo le innondazioni o i crolli.
E nel nostro territorio, per fortuna, grazie ad una indagine disposta dall’Ing. Pollina di Arte, intervenuta dopo segnalazioni dei nostri iscritti è stato evacuato un fabbricato a rischio crollo in Via Bologna alla Spezia. Fabbricato che è stato recintato ma che per sicurezza forse dovrebbe essere abbattuto. Partendo anche da queste esperienze,ha sottolineato Bravo, quanto sia attuale anche la scelta della Cgil di indicare nel proprio documento congressuale la necessità di individuare come uno dei pilastri di un nuovo modello di sviluppo la cura del territorio,la sostenibilità ambientale,la rigenerazione urbana quale volano di una serie di investimenti pubblici che in sinergia con quelli privati possa determinare la creazione di migliaia posti di lavoro.

AD
No ad per te

Autore: Sunia 13-10-2018 11:20
 

Gazzetta della Spezia & Provincia non riceve finanziamenti pubblici, aiutaci a migliorare il nostro servizio con una piccola donazione. GRAZIE


Condividi!

Fai conoscere questa notizia anche ai tuoi amici!

Consenso privacy